Inizio > Viaggi > Ancona (AN), 14 settembre 2008

Nel Parco del Conero, settembre 2008

Innamorati come siamo del Parco delle 5 Terre, era quasi inevitabile che scegliessimo come meta per le vacanze estive un altro parco naturale caratterizzato da colli a picco sul mare, macchia mediterranea, coltivazioni a vigneti ed oliveti, borghi marinari ed agricoli con le relative specificità culturali ed enogastronomiche.
Il Parco del Conero, a fronte di dislivelli escursionistici modesti (un unico monte alto soli 572 metri), rispetto alle 5 Terre presenta un gran numero di borghi fortificati, ciascuno dotato di una propria orgogliosa autonomia urbanistica e culturale, spesso derivante da una storia di scontri con quelli vicini. Senza tralasciare gli insediamenti preistorici, greci e romani, con importantissimi lasciti archelogici ed artistici, e l'influenza secolare del papato, evidente nei fasti dell'edilizia sacra di cui il Santuario di Loreto è l'esempio più celebre. Un ambiente, dunque, variegato sotto molti aspetti, che abbiamo visitato in più tappe nel corso di una settimana molto intensa: Ancona, Numana, Camerano, San Lorenzo e il monte Colombo, il sentiero delle Due sorelle, Sirolo, l'anello di Portonovo, Loreto, la traversata del Conero, Osimo, il sentiero dei Sassi neri.
Il tutto facendo base in un grazioso appartamentino affittato a Marcelli, dove Emanuela si è esibita - complice anche il tempo incerto - in magnifiche interpretazioni della cucina locale, rigorosamente a base di pesce fresco acquistato alla pescheria del porto di Numana.

Dettagli percorso

Parcheggiata l'auto lungo corso Marconi, ci fermiamo nei pressi di Porta Pia, con vista sulla Mole Vanvitelliana, a mangiare un paio di panini; visitata la Mole, ci incamminiamo lungo via XXIX settembre, che fiancheggia la banchina del porto, giungendo in breve in piazza Kennedy, su cui si affaccia la seicentesca chiesa del SS. Sacramento, restaurata nel XVII sec. su progetto del Ciaraffoni, a cui si deve anche il singolare campanile con cuspide a chiocciola.
Svoltando a sinistra in via Cialdini ammiriamo il portale in stile gotico-veneziano della ex chiesa di S.Agostino, opera dell'Orsini, e proseguiamo in salita raggiungendo piazza Da Sangallo; attraversata via Raffaello Sanzio, entriamo nel parco comunale del colle dell'Astagno, sul quale si erge la fortezza della Cittadella. Ritornati in piazza Da Sangallo, scendiamo verso il centro città lungo la graziosa via Podesti, fino a sfociare in corso Mazzini (oggetto di poderosi rifacimenti stradali).
Da qui saliamo a destra verso Piazza del Plebiscito (comunemente "del Papa" per la statua di Clemente XII); usciti dall'arco sottostante il palazzo del Governo ci immettiamo in via Pizzecolli che, superato il cinquecentesco Palazzo Bosdari sede della Pinacoteca civica, si apre su piazza San Francesco, dominata dalla chiesa di San Francesco alle Scale, sotto la quale, in un antro, si trova una sorgente ormai prosciugata. Proseguiamo lungo via Pizzecolli fino all'ampia Piazza Stracca, su cui affacciano a sinistra il Palazzo degli Anziani ed a destra la chiesa del Gesù; poi lungo via Ferretti, dove sorge il cinquecentesco palazzo omonimo, con balcone del Vanvitelli, che ospita il Museo Archeologico delle Marche.
Sbocchiamo infine su piazza del Senato, a sinistra della quale si eleva il trecentesco palazzo omonimo, antica sede comunale, ed a destra la chiesa ottocentesca dei SS. Pellegrino e Teresa. Poco più a destra si apre la piazza dell'Anfiteatro, sede degli scavi che hanno portato alla luce un anfiteatro romano databile tra il sec I a.C. e il I d.C. Tornando in piazza del Senato, imbocchiamo via Giovanni XXIII, che con alcuni tornante risale il colle Guasco, su cui sorge la Cattedrale di S. Ciriaco.
Di qui per scalinate ridiscendiamo in piaza Stracca, da dove - a lato del palazzo degli Anziani - scendiamo sempre per gradinata sul lungomare Vanvitelli (prospetto del palazzo sul porto). Il lungomare sbocca in piazza S. Maria, dove si ammira la trecentesca chiesa romanica di S.Maria della Piazza, purtroppo in restauro; proseguendo lungo via della Loggia ammiriamo la Loggia dei Mercanti, con facciata in stile gotico-veneziano dell'Orsini; infine rieccoci in piazza della Repubblica e piazza Kennedy, da cui riprendiamo via XXIX settembre tornando a Porta Pia e Corso Marconi.

Bibliografia:
Touring Club Italiano, L'Italia - Marche (Vol. 23), Ed. Repubblica, 2005

2008_0914_123852.JPG
Porta Pia119 visite
2008_0914_123958.JPG
Mole vanvitelliana, accesso dal porto57 visite
2008_0914_124315.JPG
Mole vanvitelliana, cortile interno60 visite
2008_0914_124818.JPG
Mole vanvitelliana, edicola di San Rocco765 visite
2008_0914_130430.JPG
Chiesa del SS. Sacramento, cuspide del campanile80 visite
2008_0914_130910.JPG
Chiesa di S. Agostino, portale gotico-veneziano77 visite
2008_0914_132857.JPG
La Cittadella79 visite
2008_0914_134819.JPG
Piazza del Plebiscito70 visite
2008_0914_135546.JPG
Chiesa di San Francesco delle Scale94 visite
2008_0914_140127.JPG
Chiesa del Gesù71 visite
2008_0914_140208.JPG
Palazzo degli Anziani, prospetto su Piazza Stracca78 visite
2008_0914_141150.JPG
Anfiteatro romano, lato destro80 visite
2008_0914_141200.JPG
Anfiteatro romano, lato sinistro73 visite
2008_0914_141827.JPG
Duomo di San Ciriaco82 visite
2008_0914_141910.JPG
Veduta della città dal Colle Guasco67 visite
2008_0914_142617.JPG
Duomo di San Ciriaco, campanile70 visite
18 immagini su 2 pagina(e) 1