Inizio > Escursioni > Monte Penna (PR-GE), 4 luglio 2010

Dettagli escursione

Passo del Chiodo-La Nave-Monte Penna-Passo dell'Incisa-Casermetta Forestale-Passo del Chiodo


Visualizzazione ingrandita della mappa

Raggiunto da Piacenza il Passo del Tomarlo percorrendo la SP654 della Val Nure, imbocchiamo a sinistra la SP75 del Monte Penna fino al Passo del Chiodo (1420 m.). Qui, proprio sul bivio con la strada che scende in Val Taro, lasciamo l'auto.

Di fronte a noi è ben visibile la palina bianco-rossa CAI 831 per La Nave, che invita ad avviarsi, oltrepassata una sbarra, per una piacevole mulattiera tra i faggi parallela all'asfaltata, da cui faremo ritorno. È presente anche il segnavia rosso A5 del Parco dell'Aveto, che indica proprio questo anello e ci accompagnerà per tutto l'itinerario.

Effettuato un tornante, dopo una ventina di minuti in lieve salita nella faggeta si esce allo scoperto; superata una pietraia, si inizia a fiancheggiare la Nave del Monte Penna (1471), una depressione erbosa creata in epoca glaciale dalla fratturazione della dorsale rocciosa del Monte Chiodo, così detta per la sua forma che ricorda quella di uno scafo.
Qui il segnavia A5 abbandona quello CAI, seguendo per un tratto in salita, ancora al riparo dei faggi, quello FIE "tre bolli gialli"; dopo un tratto più ripido si innesta, proseguendo a sinistra in salita, sul percorso FIE "triangolo giallo" proveniente dalla Casermetta della Forestale. Lasciato a sinistra il percorso CAI 871 per il Monte Trevine si sale ancora nel folto, uscendo allo scoperto in prossimità della Forcella del Penna (1655), insellatura tra il Penna e l'anticima detta Pennino. Ancora pochi minuti in relativa sicurezza e inizia il tratto su roccia, vieppiù stretto ed esposto fino ad essere attrezzato con una catena, nel primo tratto utile soprattutto a chi scende. Qualche passaggio più erto e difficoltoso tra le rocce per il fondo scivoloso (sconsigliabile salire col bagnato), soprattutto nell'accesso ad una sorta di balconcino panoramico in cui ci si pone pure un problema di traffico, e in 1h 10' dal Passo del Chiodo giungiamo in vetta al Monte Penna (1735), caratterizzata da una cappelletta ed una statua della c.d. Madonna di San Marco rivolta verso la Val Taro.

Dopo una sosta per ammirare e fotografare il panorama sulle valli dell'Aveto, del Ceno e del Taro riprendiamo il cammino in direzione opposta, seguendo sempre il segnavia rosso A5 che questa volta si abbina a quelli FIE "quadrato giallo"e "croce gialla". La discesa è decisamente più dolce della salita, svolgendosi dapprima per tornanti tra prati e roccette e poi nel folto di una faggeta, dove la difficoltà principale è mantenere l'orientamento tra gli alberi, in mancanza spesso di una pista evidente nel sottobosco: nessun problema grazie ai segnavia, comunque. In 25' dalla sommità del Penna raggiungiamo così il Passo dell'Incisa (1463).
Qui svoltiamo a destra su ampia sterrata priva di difficoltà che, in una mezz'oretta di cammino, termina su asfaltata poco prima della Casermetta della Forestale (1392), complesso in via di ristrutturazione per fini turistici meta di comitive di gitanti. Dopo una breve sosta proseguiamo lungo la carrabile fino al Passo del Chiodo, che raggiungiamo in circa 35'.

Per evitare la monotonia dell'asfalto, anche se il traffico veicolare è poco, è anche possibile svoltare a destra al termine della sterrata sul sentiero FIE "triangolo giallo", che riporta sull'itinerario dell'andata poco oltre la Nave, e fare ritorno al Passo del Chiodo da lì.



Tempo impiegato: 2h 20'
Energia bruciata: 524 KCal
Distanza percorsa: 6,51 km
Dislivello in salita: 380 m.
Dislivello in discesa: 380 m.


Cartografia:
Il Parco Naturale Regionale dell'Aveto, Carta escursionistica 1:25000, Studio Cartografico Italiano, Genova, 2005

2010_0704_125728.JPG
Partenza dal Passo del Chiodo293 visite
2010_0704_132104.JPG
Monte Chiodo193 visite
2010_0704_132126.JPG
Veronica delle faggete alla Nave200 visite
2010_0704_132343.JPG
Emanuela alla Nave del Penna196 visite
2010_0704_132409.JPG
La Nave del Monte Penna200 visite
2010_0704_134705.JPG
Alle pendici del Monte Penna161 visite
2010_0704_135111.JPG
Pinnacoli della parete del Penna173 visite
2010_0704_135132.JPG
Monte Trevine salendo il Penna168 visite
2010_0704_135330.JPG
Verso la vetta del Penna, tratto attrezzato229 visite
2010_0704_135745.JPG
Pinnacolo e tratto attrezzato della salita al Penna218 visite
2010_0704_140148.JPG
Quasi in vetta al Penna198 visite
2010_0704_140956.JPG
Vetta del Monte Penna187 visite
2010_0704_141936.JPG
Invaso di Sega dalla vetta del Penna178 visite
2010_0704_141957.JPG
Monti Cantomoro ed Aiona dal Penna159 visite
2010_0704_142045.JPG
Monte Trevine dalla vetta del Penna156 visite
2010_0704_142055.JPG
Monte Chiodo e Nave dalla vetta del Penna161 visite
25 immagini su 2 pagina(e) 1